DIALOGO DI FEDERICO RUYSCH E DELLE SUE MUMMIE

Lascia un commento

21 aprile 2015 di vincenzosardiello

James Ensor, La Mort Poursuivant le Troupeau des Humain, 1896

James Ensor, La Mort Poursuivant le Troupeau des Humain, 1896

Riprendiamo il nostro cammino lungo “Le Operette Morali” di Giacomo Leopardi. Dopo aver affrontato il tema della gloria, torniamo a parlare dei punti che meglio caratterizzano il pensiero leopardiano. L’operetta “Dialogo di Federico Ruysch e delle sue mummie” offre il pretesto per affrontare, questa volta in maniera esclusiva, il tema morte.

Federico Ruysch, importante botanico ed anatomista olandese vissuto a cavallo tra il seicento ed il settecento, sorprende una sera all’interno del suo laboratorio le mummie intente a declamare dei versi che raccontano il rapporto tra la vita e la morte.

 

Sola nel mondo eterna, a cui si volve
Ogni creata cosa,
In te, morte, si posa
Nostra ignuda natura;
Lieta no, ma sicura
Dall’antico dolor.

Federico vinta la fisiologica paura entra ed avvia un dialogo con le mummie che possono rispondere ai suoi quesiti per soli 15 minuti.

Le domande di Ruysch si concentrano sul momento esatto della morte, e la sua sorpresa è grande quando le mummie rispondono che:

Del punto proprio della morte, io non me ne accorsi.”

Il passaggio dalla vita alla morte viene posto in analogia all’addormentarsi. Il momento non è legato ad alcuna sensazione particolare. E’ un passaggio indolore e naturale, perchè la morte rappresenta un elemento che fa parte della vita.

Inoltre la morte può divenire il momento di sospensione totale del dolore che affligge l’esistenza dei vivi.

Federico vorrebbe sapere come avviene il distacco del corpo dall’anima, ma è troppo tardi, i 15 minuti sono trascorsi ed i morti sono ritornati tali.

Dialogo di Federico Ruysch e delle sue mummie probabilmente non aggiunge nulla a quanto già ribadito nelle scorse operette ma con una scrittura frizzante e ariosa riesce ad esplicare concetti che potevano risultare criptici in altri punti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: